Come aver cura della pelliccia?

Una pelliccia usata per tutto l’inverrno deve essere pulita prima di riporla per l’estate: questo perché un capo sporco si deteriora molto più rapidamente.

Per capire quando è il momento di portare la pelliccia a pulire, guardi il pelo: se non è ben dipanato, se soffiandoci sopra si forma un cratere che resta, il capo è sicuramente sporco.

Spazzolare in casa la pelliccia non è “vietato”, ma bisogna fare attenzione a non strappare il pelo: meglio una bella scrollata, per ridare tono e volume.

La pioggia e la neve non danneggiano la pelliccia: tornata a casa dopo un acquazzone, abbia semplicemente cura, dopo averla scossa bene, di tenerla in piano all’aria, lontano da fonti di calore e senza appenderla fino a quando non sia asciutta.

E’ bene poi evitare di portare borse a tracolla: l’atrito continuo danneggia irrimediabilmente il pelo. Non usi profumo perché il cuoio potrebbe soffrirne. Eviti di stirare la fodera: questa è un’operazione di competenza del pellicciaio perché il calore potrebbe rovinare il cuoio.

La pelliccia non deve essre custodita in locali senza ricambio d’aria. D’estate l’affidi al suo pellicciaio: la conserverà in speciali celle refrigerate e condizionate.